LE MARCHE

Le Marche Country Homes

Farmhouses, Townhouses, Historic Villas, Castle and more

In Focus  
ago 6

06/08/2012  RssIcon

la casa sul mare

Ci sono momenti della vita in cui è difficile capire quale sia il luogo della nostra esistenza che possiamo chiamare casa. Capita di chiedersi se realmente siamo al nostro posto in quella porzione di spazio che abbiamo eletto, o che storicamente siamo abituati a considerare, la nostra dimora. Il punto è che quello speciale senso di confortevolezza e protezione non è attribuibile ad un luogo, o almeno, non solo. Nel mago di Oz Dorothy batte tre volte le scarpe di rubino per tornare dagli zii: vuole tornare da chi ama. La casa è solo il contenitore che si profuma di quell’amore, non importa che luccichi o che ad essa conduca una strada lastricata di mattoni dorati. Perché possa tornare alla sua vita, a Dorothy è richiesto perciò un atto di consapevolezza; battendo i tacchi deve rendersi conto che può chiamare casa solo il posto dove risiede il suo cuore.

There’s no place like home

è la magica formula da pronunciare mentre batte le sue scarpette. Una consapevolezza semplice, ma messa nero su bianco per la prima volta tanti tanti anni fa, da Plinio il Vecchio, nientemeno: La casa è dove si trova il cuore.

Esistono poi momenti della vita in cui ci è richiesto di decidere dove proiettare quel cuore che rappresenta la nostra casa. Si tratta di rendersi conto che prima che altrove il cuore deve essere ben saldo dentro noi stessi, che dobbiamo amarci e abbiamo il diritto di decidere in quale luogo farlo radicare e interagire con altri cuori vicini a lui. Abbiamo il diritto di reinventare la nostra vita, che, se guardiamo bene, ci offre tutte le possibilità per essere riscritta. In questo caso, più che un atto di consapevolezza, serve un atto di fiducia. Il nostro personale paradiso possibile, di cui intimamente conosciamo tutti i connotati – si tratta solo di ammetterli – ci viene incontro nel momento in cui cominciamo a crederci. Vi sarà certamente capitato di arrivare in una casa, un prato, una spiaggia e sentire che non potevate essere in altro luogo che in quello, che vi stava aspettando, che eravate destinati a giungervi in quel momento, da soli o con le persone che amate.

A molti, ne Le Marche, è successo. Ma nell’abbraccio tra mare e terra che caratterizza la nostra regione c’è ancora posto per tanti tanti altri paradisi possibili, a misura di sognatore.  Eccone alcuni:

Casale del Poggio/ Portonovo

PoggiohouseMain_big

A Portonovo la bianca pietra della montagna, con un capriccio di forme scolpite, si tuffa improvvisa in un mare che stupisce per limpidezza e colore, formando raccolte e ritrose spiagge raggiungibili solo attraverso i sentieri montani o a bordo di un’imbarcazione.

Attico sul mare/ Sirolo

Attico1_big

Casa San Lorenzo/ Sirolo

LorenzoMain_big

A Sirolo, arrampicata a 125 metri come un’enorme terrazza sopra un mare cristallino, la spendida architettura mediovale del paese si fonde alle meraviglie naturali del Conero, che tanto affascinarono i Greci, primi colonizzatori della zona.

Casa Piazzetta/ Numana

CasaPiazzetta_big

A Numana si respira ancora l’atmosfera vivace dell’antico porto, dal quale la città ha tratto le sue alterne fortune. Le necropoli picene di cui è disseminato il suo territorio hanno riempito le teche del Museo archeologico di Ancona e dell'Antiquarium locale con vasi attici e monili, armi da guerra ed una delle sculture picene giunte fino a noi.

Casale del Poeta/ San Benedetto del Tronto

Poeta_Casa1_big

A San Benedetto del Tronto, cinque chilometri di palme accompagnano il lungomare di una città dove il turismo ha origini molto antiche: risale addirittura al 1881 la costruzione del primo stabilimento balneare. La città alta è medioevale e si respira ad ogni passo la vocazione marinara che ha fatto la fortuna dei suoi abitanti.

Dice Frank Lloyd Wright:

Una casa non deve mai essere su una collina o su qualsiasi altra cosa. Deve essere della collina, appartenerle, in modo tale che collina e casa possano vivere insieme, ciascuna delle due più felice per merito dell'altra.

Aggiungiamo a Paradise Possible:

Una persona non deve mai essere semplicemente dentro una casa. Devono riconoscersi e appartenersi, in modo tale che casa e persona possano vivere insieme, ciascuna delle due più felice per merito dell'altra.

 

Vi auguriamo davvero di trovare (o di avere già) un posto dove far riposare il vostro cuore.

 

The Paradise Possible Team

© Paradise Possible Communication
Tags:

Condividi

Your name:
Gravatar Preview
Your email:
(Optional) Email used only to show Gravatar.
Your website:
Title:
Comment:
Security Code
Enter the code shown above in the box below
Add Comment   Cancel 
    
The Editor's Page  
    
Links  
    
Recent Articles  
    
Archive  
    

 .